Ultima modifica: 19 Maggio 2020

CARO DIARIO… – Classe 4 sez. C Primaria Plesso Crudomonte

Nell’aula della IV C della scuola Crudomonte, riposto in un angolo, è rimasto dal 4 marzo il materiale  per realizzare il diario personale che avrebbe raccolto i pensieri e le emozioni più nascoste degli alunni della IV C. Ma il desiderio  di “FARE” è stato così forte che  con l’aiuto della fantasia e con ciò che i bambini avevano a disposizione in casa hanno realizzato ugualmente il loro diario personale  e vi garantisco, il risultato è stato sorprendente!

Ognuno ha creato il diario personale regalandogli un tocco della propria personalità così che ogni diario  assomiglia un po’ al suo padroncino e in alcuni casi ne anticipa i propri sogni e i propri desideri.

L’amore per “Il diario” da parte degli alunni della IV C  ha avuto inizio a gennaio di quest’anno, quando in occasione del Giorno della Memoria abbiamo letto insieme alcune pagine del diario di Anna Frank. E’ stato “amore a prima vista”  e la richiesta di ascoltare altre pagine di diario è stata incalzante fino a spingere molti di loro ad acquistare libri con questo tipo di struttura.

Dalla lettura  alla scrittura il passo è stato breve. Gli alunni hanno scoperto, avvicinandosi a questo tipo di testo, che esiste anche una dimensione della scrittura più intima e personale che favorisce il dialogo interirore e il rispetto di sé, che garantisce riservatezza   e che apre uno spazio espressivo senza valutazioni e correzioni, che  non vuol dire senza guida e apprendimento!  Così l’accostarsi con curiosità a questo tipo di testo li ha indotti a produrre le prime pagine del loro diario, le uniche che insieme abbiamo deciso di condividere perchè  la penna tornerà a scrivere quelle pagine riempiendole di sogni ed emozioni che solo il diario potrà conoscere.

A scuola uno scrigno ben sigillato li attende, intanto gli alunni  lo custodiranno per bene nell’angolo più nascosto della loro casa dove fratelli, sorelle mamme e  papà “ficcanaso “non potranno trovarli.

Di seguito i diari realizzati dai bambini e alcuni pensieri tratti dalle  pagine scritte da loro, le uniche che ci è concesso leggere.

image_pdfimage_print